aniti

CROWDFUNDING

Un mattone per Gedeone

UN LUOGO DI INTEGRAZIONE DOVE I SOGGETTI DISAGIATI SVOLGONO UN RUOLO DA PROTAGONISTI, ABBATTENDO COSÌ I PREGIUDIZI INERENTI IL DISAGIO

PROPONENTE: Associazione Santi Pietro e Poalo

Il progetto Gedeone nasce della collaborazione tra il Comune di Carlopoli, l’Associazione Santi Pietro e Paolo ed il Centro di Salute Mentale di Decollatura. Prevede la costituzione di un’impresa sociale orientata ad operare nel settore agricolo e in quello del turismo sociale, puntando alla valorizzazione dei beni ambientali. Il progetto è innovativo per la forte valenza sociale che deriva dal coinvolgimento nell’attività dell’impresa sociale di volontari, di persone con disabilità psichiche, di chi trova nelle attività dell’impresa un’opportunità occupazionale. 

Il soggetto promotore del progetto è l’Associazione di Volontariato Comunità Santi . Pietro e Paolo, che  opera sin dal 1991 sul territorio Nord del Comune di Lamezia Terme (ex Nicastro), con iniziative che coinvolgono minori tra gli 8 e i 16 anni che vivono in una realtà sociale ed economica particolarmente degradata: stato di disoccupazione, lavoro precario o discontinuo dei genitori, abbandono scolastica. 

L’area in cui si vuole realizzare il progetto è l'Abbazia di Corazzo, un’area di otto ettari nel cuore della Sila piccola catanzarese, nel comune di Carlopoli, in provincia di Catanzaro. Un luogo storico, in cui Gioacchino da Fiore ha avuto la sua prima vocazione e successivamente ne diventa abate,  ha scritto  le sue opere più importanti ed ha maturato l'idea di fondare la nuova congregazione di San Giovanni in Fiore, ovvero l'Ordine florense.

L’ambizioso progetto sarà realizzato step by step nell’arco dei prossimi anni. di 10 anni.

Il primo passo per l’avvio dell’impresa sociale e la riqualificazione dell’Abbazia, sarà la realizzazione a, partire dal mese di agosto 2014, di una foresteria che possa accogliere 30 persone, successivamente si prevede di realizzare gli orti con piante officinali e, a partire dal maggio 2015 saranno promosse delle iniziative di  turismo sociale e culturale. L’impresa sociale sarà costituita  nel settembre del 2015 quando saranno avviate le attività. 

 

L’avvio del progetto Gedeone ha richiesto una forte concertazione programmata e verificata con  Istituzioni Pubbliche, enti Onlus, volontari, familiari e persone che nel Reventino vivono in situazioni di disagio economico-sociale e/o psichico.

Grazie alla disponibilità iniziale di piccoli appezzamenti  di terreno (forniti da chi?) ,  sono stati individuati e sperimentate alcune coltivazioni (quali ad esempio lo zafferano) e percorsi di escursionismo (trekking).

Il prossimo passo è quello di  realizzare orti sociali e attività turistiche ambientali, anche grazie all'allevamento di asini. Tutto ciò permetterà di  iniziare a sperimentare il progetto “Fattoria  Laboratorio Sociale”, che vuole essere il cuore del progetto Gedeone. 

Per avviare l’attività è fondamentale dotarsi degli strumenti giusti. Per la realizzazione degli orti servono i mezzi agricoli necessari per la cura e la manutenzione del terreno, tra cui zappe e un trattore. Per poterli acquistare l’Associazione ha bisogno di te! 

Sei un cittadino, un istituzione, un associazione, un’ impresa aiutaci a valorizzare un luogo, partendo dalle Persone! 

Un percorso di recupero riabilitativo sociale, non può limitarsi solo alle fasi acute del disagio. Dopo aver risolto le esigenze “primarie”, al fine di un inserimento ed integrazione effettiva, il “lavoro” e la “capacità produttiva”, sono un passaggio obbligato. La  società attuale, molto competitiva che ha sposato  un modello consumistico, costringe chi è senza lavoro ad essere escluso socialmente, alimentando quella spirale che è causa del disagio sociale. Per spezzare questa spirale è stata programmato il progetto “Fattoria Laboratorio Sociale Gedeone”.  Sono state individuate delle attività agricole, da integrare con il turismo sociale e la valorizzazione dei beni ambientali, al fine di realizzare dei posti di lavoro che sposino modelli di vita sostenibili e che tengono conto delle diversità e abilità lavorative, senza trascurate l'integrazione con  le problematiche relazionali ed emozionali familiari e sociali, costruendo luoghi e percorsi che tengono conto delle esigenze personali di tutti. 

 

Aiutateci a sostenere il Sogno di Cambiare la Calabria partendo da chi non ha mai voce, ma ha molto da offrire. Osservate il mondo con “altri” occhi contribuite anche voi e diventate supporters di Gedeone! Adottate lo zafferano!

 

GALLERIA IMMAGINI

© 2012 Associazione ANITI - Impresa Sociale - Sede Legale Via G. Spagnolio n.30 - 89128 Reggio Calabria - Partita IVA n. 02735380806
loghi normativa