aniti

Ambiente e Sostenibilità. Lab

ambiente-ico
PROGETTO GEDEONE: FACCIAMO IL PUNTO

PROGETTO GEDEONE: FACCIAMO IL PUNTO

14.02.14, Gaetano Ierardi

Una nuova tappa ha permesso di fare il punto sullo stato di avanzamento del progetto

Giovedi 12 Febbraio 2014, si è tenuta a Carlopoli una riunione organizzata dall’Associazione Aniti, dall’Amministrazione Comunale e dall’Associazione Santi Pietro e Paolo, al fine di informare la comunità sullo stato di avanzamento del progetto “Gedeone” ed incentivare la partecipazione attiva del tessuto civico. All’incontro hanno inoltre preso parte diverse associazioni presenti nel territorio comunale di Carlopoli.

La prima parte dell’incontro è stata dedicata alla presentazione degli attori organizzatori dell’incontro: Il Sindaco di Carlopoli, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, ha introdotto i partecipanti e fatto una breve presentazione del progetto; Antonio Mangiafave ha presentato se stesso ed il progetto; Tiziana Crispino e Gaetano Ierardi hanno presentato l’Associazione Aniti ed il Progetto RisorgiMenti.Lab, descrivendo ai partecipanti il ruolo di supporto che la stessa Associazione svolgerà all’interno del progetto “Gedeone”. I Ricercatori dell’Associazione Aniti, hanno inoltre presentato e spiegato ai partecipanti, la Piattaforma RisorgiMenti.Lab e la Piattaforma di Giornalismo Partecipato: Cinùria. In particolare sono state illustrate le finalità, le funzioni, l’integrazione e le potenziali attività che gli utenti possono svolgere utilizzando tali Piattaforme.

Nella seconda parte dell’incontro, sono stati invece coinvolti i membri presenti in sala, venuti in rappresentanza delle associazioni di appartenenza. Gli stessi hanno preso attivamente parte alla discussione esprimendo le loro idee, proposte e perplessità. Si è discusso di alcune attività svolte e di incontri tenutisi nei giorni precedenti all’incontro. Innanzitutto, è stata illustrata l’idea di coinvolgere, in questo percorso, i ragazzi del Centro di Salute Mentale, per consentire loro di poter stare maggiormente all’aria aperta, impegnandosi attivamente in qualcosa e sentirsi, così, utili; è stata portata avanti, inoltre, l’idea di realizzare percorsi di turismo sociale e sostenibile attraverso la realizzazione di itinerari organizzati.

Le associazioni ed i membri presenti in sala, hanno dimostrato interesse e propensione a partecipare attivamente al progetto di recupero del terreno abbandonato e di voler valorizzare l’Abbazia ed il valore culturale ad essa connessa. Gli stessi hanno deciso, a tal proposito, di organizzare una serie di eventi nel periodo primaverile ed estivo per provare ad avvicinare i cittadini dell’area del Reventino. L’incontro è stato utile per concordare una serie di attività da realizzare al fine di dare un seguito concreto al progetto in atto.

In particolare, si è deciso di:

− Organizzare un Contest di scrittura sull’Abbazia rivolto agli studenti delle scuole;

−organizzare uno spettacolo all’Abbazia nel periodo estivo, coinvolgendo cittadini e associazioni del Reventino;

- L’evento sarà occasione per organizzare un momento culturale, in un luogo dotato di grande pregio storico e culturale;

− Realizzare, nella prossima primavera, un evento all’aperto nell’area dell’Abbazia per preparare il risotto allo zafferano. Un evento, quest’ultimo, da condividere con i cittadini e con le Associazioni dell’area del Reventino.

L’incontro rappresenta un primo importante passo per creare sinergia e dialogo tra cittadini, istituzioni e mondo associazionistico, sicuramente utile alla valorizzazione delle risorse e del patrimonio pubblico locale.

loghi normativa