aniti

Città di Catanzaro. Lab

UP CALABRIA MADE IN CATANZARO

UP CALABRIA MADE IN CATANZARO

21.01.15, Francesca Saraco

Tre ragazzi del Liceo Scientifico E. Fermi di Catanzaro al Jobs of the Future Decoded organizzato da Microsoft

 

 

Matteo Bonacci, Irina Teti e Beatrice Viotti a soli 18 anni sono già startupper di successo. Gli ex studenti del liceo scientifico E. Fermi di Catanzaro, erano i relatori più attesi all’evento europeo Jobs of the Future Decoded in programma a Bruxelles il 20 gennaio e promosso da Microsoft per parlare di giovani, tecnologia e futuro.

I tre compagni di classe, con l’aiuto della docente di disegno e storia dell’arte, Anna Rita Gagliardi, hanno progettato l’applicazione Up Calabria, che permette di scoprire tutti i luoghi più belli, compresi quelli poco accessibili e non segnalati nelle tradizionali guide turistiche, di una regione spesso dimenticata.

I ragazzi hanno saputo trasformare un problema, quello dei luoghi poco noti e accessibili, in opportunità, sfruttando la tecnologia che “è parte delle nostre vite e può aiutare a renderle migliori”, come racconta Beatrice.

L’idea è stata tra le più interessanti scaturite da Youthspark, il progetto internazionale di Microsoft ideato per far comprendere ai giovani come la tecnologia sia oggi un fattore abilitante per il proprio futuro professionale.

Diecimila ragazzi italiani sono stati coinvolti in progetti educativi per avviarli a professioni tecnologiche oppure a potenziare attraverso le tecnologie le loro competenze esistenti.

Per ora la app è solo in versione “beta”, cioè agli inizi, non è ancora in vendita sull’App Store, ma è stata avviata una campagna di crowdfunding, ossia di raccolta pubblica di fondi, per portare avanti il progetto. In futuro, i ragazzi vorrebbero ampliarla, aggiungendo l’offerta di alberghi o ristoranti.

Le prime quattro tappe ad oggi presenti nella guida sono Squillace superiore e l’antica Scolacium, La Grangia di Montauro, Monasterace superiore e l’antica Kaulon, l’abitato di Mammola con l’annesso museo di Santa Barbara (MuSaBa).

La Calabria è piena di bellezze naturali e artistiche nascoste e Up Calabria ha come obiettivo quello di farle conoscere al pubblico, specie ai più giovani.

Per ulteriori informazioni

http://catanzaro.weboggi.it/Attualità/75780-Una-18enne-catanzarese-ha-stregato-Microsoft-grazie-ad-una-App

http://www.mondodigitale.org/news/2014/07/da-app-a-start-up

http://letteradonna.it/163148/beatrice-viotti-startup-up-calabria-microsoft/

 

 

 

© 2012 Associazione ANITI - Impresa Sociale - Sede Legale Via G. Spagnolio n.30 - 89128 Reggio Calabria - Partita IVA n. 02735380806
loghi normativa